LEGA PRO

Il Catania rallenta, ma resta imbattuto

di
Delusione per il risultato finale, non certo per la prestazione, di buon livello, con una mezza dozzina di palle-gol clamorosamente sbagliate dalle punte

CATANIA. Delusione in parte smaltita. Delusione per il risultato finale, non certo per la prestazione che è stata di buon livello, con una mezza dozzina di palle-gol clamorose e, altrettanto clamorosamente, sbagliate, però, dagli attaccanti rossazzurri. Catania-Cosenza finisce in archivio, dunque. Si potrebbe considerare un mezzo passo falso in casa, ma è pur sempre un passo avanti in classifica e il quinto risultato utile consecutivo. Pippo Pancaro, uno che non ama autocelebrarsi né regalare complimenti a gratis, ha definito la prova della sua squadra la migliore in campionato. E forse è così, gol mancato a parte, appunto.

Ieri, primo allenamento pomeridiano a Torre del Grifo, in vista della gara di domenica alle 15 al "Massimino" contro il Catanzaro. Lavoro defaticante in piscina per i protagonisti della sfida al Cosenza; per gli altri rossazzurri disponibili, partitella decisa da una rete di Gianvito Plasmati, che probabilmente sarebbe entrato in campo contro i calabresi, se non si fosse verificato l'infortunio a Ferrario, che ha costretto Pancaro e rivedere gli aggiustamenti in campo.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X