CARABINIERI

Si fingeva assistente del medico di famiglia truffando due anziane a Catania, arrestata

CATANIA. Una volta si è finta addetta alle pulizie del Comune e l'altra collaboratrice del medico di  famiglia: con queste scuse Giuseppa Crescimone, 66 anni, sarebbe riuscita a carpire la buona fede di due anziane, entrando nelle  loro case impossessandosi, complessivamente, 600 euro e di otto assegni bancari. La donna, originaria di Agrigento, ma residente  a Belpasso, è stata arrestata da carabinieri di Calatabiano in
esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Catania, su richiesta della Procura etnea, per furto aggravato in abitazione.

Le indagini dei militari della locale Stazione dell'Arma hanno fatto luce su due furti in abitazione di anziani soli e con problemi di salute. Nel primo caso la Crescimone, fingendo  di essere un'addetta alle pulizie del Comune entrava nella casa della vittima facendole credere che avrebbe ottenuto un aumento  della pensione dopo la misurazione della superficie dell'immobile. Ispezionando con questa scusa tutti i locali
avrebbe sottratto, da un mobile della camera da letto, un  portafogli con all'interno 400 euro e otto assegni bancari. Nel secondo episodio contestato all'indagata, la Crescimone si era presentata come collaboratrice del medico di famiglia dell'anziana signora e con la scusa di farle avere sconti sui farmaci di cui aveva bisogno l'ha convinta a farla entrare in casa ma, in un momento di distrazione della vittima, le ha sottratto circa 200 euro. L'arrestata è stata condotta nel carcere di Catania.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X