CATANIA

Dai domiciliari chattava sui social: in cella

CATANIA. Chattava su un social network nonostante fosse agli arresti domiciliari per scontare una condanna a due anni per spaccio di droga. Per questo Maurizio Brillante, 49 anni, è stato arrestato da Carabinieri della Stazione di Giarre che hanno scoperto i suoi colloqui on line. I giudici del Tribunale di Sorveglianza etneo gli hanno revocato la misura alternativa disponendone l'arresto ed il trasferimento nel carcere di Catania.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X