CARABINIERI

Catania, tentata rapina e lesioni: arrestati grazie a un testimone

CATANIA. Rinchiusi nella Casa circondariale di «Catania Piazza Lanza» per un paio di occhiali da sole. L’accusa però è pesante: tentata rapina e lesioni, per avere - in tre - selvaggiamente picciato il commesso di un negozio di oggettistica, al quale si sono rifiutati di pagare l’articolo scelto. I carabinieri del Nucleo radiomobile, dirottati in via Archimede dalla Centrale operativa in seguito alla segnalazione di rapina fatta al «112» da un testimone, hanno così arrestato Benito Alberto Privitera e Andrea Monaco, 27 anni, il primo; 32 anni, il secondo.

Un terzo rapinatore ha tagliato la corda in tempo e adesso viene ricercato. Il collaboratore del negozio è un trentasettenne marocchino, per il quale è stato necessario richiedere l’intervento del «118», affinché venisse trasportato al Pronto soccorso.

Al «Garibaldi» i medici gli hanno medicato le ferite riscontate alla testa (ha riportato anche un trauma cranico), quindi lo hanno dimesso. Ne avrà per 12 giorni, salvo complicazioni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X