SCUOLA

Scabbia alle elementari di Paternò: "Caso circoscritto"

di
Antonella Rapisarda, medico scolastico Asp, che ha effettuato un accurato sopralluogo nei locali e controllato i bambini, escludendo forme possibili di contagio

CATANIA. Un caso di scabbia nelle ultime quarantott’ore ha interessato un bambino di cinque anni che frequentava una classe materna del secondo circolo didattico «Giovanni XXIII», nel plesso scolastico di via Libertà, a Paternò.

Il bambino, che non è rimasto infettato durante le ore di lezioni all'interno della scuola, ma a quanto pare a casa, sarebbe stato contagiato dal fratellino di due anni. A quest'ultimo la certificazione del tipo di malattia è stata fatta da una dermatologa dell'ospedale «Garibaldi Nesima» del capoluogo, dove il paziente è stato portato dai genitori per dei controlli urgenti.

Il fratello di cinque anni, che frequentava la materna, da giorni è assente in quanto si trova a casa per essere curato. La notizia di questo insolito caso ha portato giovedì mattina le madri delle aule della materna e delle elementari ha riportato a casa i propri figli; mentre ieri mattina dopo la visita del medico dell'Asp buona parte dei genitori hanno «autorizzato» i propri figli a far rientro in classe, anche se permangono alcune aule, soprattutto della materna, con i banchi vuoti.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X