SIT IN DEI SINDACATI

Catania, i precari senza lavoro della scuola sul «piede di guerra»

Chiesta l’applicazione della sentenza della Corte Europea: «Assunzione dopo tre anni di lavoro»

CATANIA. Sit-in dei sindacati della scuola davanti la sede dell’Ufficio scolastico provinciale per denunciare il mancato confronto con il governo sul tema del precariato storico.

Ieri mattina i rappresentanti sindacali dei lavoratori precari della scuola si sono dati appuntamento davanti alla nuova sede dell’ex Provveditorato agli studi, in via Pietro Mascagni, per dare voce ai docenti precari, agli abilitati, a quelli inseriti nella lista Gae e vincitori di concorso e a quelli che non hanno avuto la possibilità di avere l'abilitazione per colpa dei Tirocini formativi attivi) mai avviati.

La Sicilia ne conta diverse decine di migliaia. La sentenza della Corte Europea, del novembre 2014, stabilisce l'assunzione dei lavoratori dopo tre anni di rapporto continuativo è stata evasa dal governo centrale con l'unica possibilità, per questi docenti, di partecipare ad un concorso dove però non verrà riconosciuto loro il valore del servizio svolto in precedenza. DA

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X