IL CASO

Università di Catania, il giudice reintegra il direttore generale

CATANIA. Il Tribunale del Lavoro ha disposto il reintegro di Lucio Maggio nell'incarico di direttore generale dell'Ateneo, dal quale era stato rimosso con un provvedimento del Cda dell'università del maggio del 2014.  Lo ha comunicato, con una nota all'ateneo, l'Avvocatura dello Stato annunciando che proporrà appello e istanza di sospensione dell'efficacia esecutiva della sentenza.

Una prima sentenza del Tribunale, in composizione collegiale, nel gennaio 2015, aveva accolto il reclamo proposto dall'Ateneo contro il provvedimento di reintegro. Il Giudice ha accolto il ricorso di Maggio e disposto il ripristino dell'incarico fino alla sua naturale scadenza, cioè il 31 agosto 2016. Ha, altresì riconosciuto, a titolo di risarcimento del danno patrimoniale, il corrispettivo retributivo fino a tale data ove non si sia prima proceduto all'effettivo reintegro. Inoltre, è stata anche parzialmente accolta la richiesta di un risarcimento per danno non patrimoniale.

L'Avvocatura dello Stato ha comunicato all'università di Catania che proporrà appello e istanza di sospensione dell'efficacia esecutiva della sentenza. L'Ateneo, si legge in una nota, «rimette, come in altre circostanze, le relative  valutazioni tecnico-giuridiche all'Avvocatura distrettuale dello Stato, per assicurare che le proprie decisioni siano ispirate ad un percorso di legalità e di tutela dell'interesse pubblico».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X