PROCURA DI CATANIA

Assenteismo al Comune di Acireale, chiusura indagine per 19 dipendenti

I reati ipotizzati nell'atto propedeutico all'eventuale richiesta di rinvio a giudizio sono truffa e falso

CATANIA. La Procura di Catania ha fatto notificare un avviso di conclusione indagine per 19 degli oltre 60 dipendenti del Comune di Acireale indagati per assenteismo. I reati ipotizzati nell'atto propedeutico all'eventuale richiesta di rinvio a giudizio sono truffa e falso.

Il provvedimento, emesso il 13 maggio scorso dai sostituti Pasquale Pacifico e Marco Bisogni, è stato notificato da agenti del commissariato della polizia di Stato di Acireale e riguarda i tre dipendenti che erano stati posti agli arresti domiciliari, dodici ai quali era stato imposto l'obbligo di firma e altri quattro indagati.

Secondo l'accusa risultavano al lavoro, nonostante fossero assenti, grazie alla complicità tra colleghi che 'strisciavanò per loro il badge personale. Dopo la notizia dell'inchiesta il Comune di Acireale, che è parte offesa, ha avviato l'iter amministrativo per la sospensione dal servizio dei 15 dipendenti raggiunti da un provvedimento cautelare emesso dal Gip Giovanni Cariolo, su richiesta della Procura di Catania.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X