NEL CPA

Aggrediscono operatrici per il pocket money: arrestati 2 migranti a Catania

CATANIA. Abdulrahim Fofana, 18 anni, della Guinea, e Isissia Ka Maiga, di 19, del Mali, sono stati arrestati da carabinieri nel Centro di prima accoglienza per migranti di Caltagirone per sequestro di persona, violenza, lesioni e danneggiamento. Per gli stessi reati sono stati denunciati cinque minorenni, di età compresa tra i 16 e i 17 anni, originari di Guinea, Mali e Gambia.

Secondo l'accusa, per ottenere immediatamente il 'pocket money' avrebbero aggredito due operatrici sociali minacciandole anche con dei cocci di bottiglia e distrutto mobili e suppellettili a colpi di estintori che hanno prima sradicando dai muri. Alle due giovani è stato anche impedito di lasciare i locali del Cpa.

Soltanto l'intervento in forze dei carabinieri, avvisati da un'altra operatrice tramite 112, ha consentito la liberazione degli ostaggi e l'arresto, dopo una violenta colluttazione, dei due vandali con il contestuale ripristino delle condizioni di sicurezza all'interno della struttura.

Le due operatrici aggredite sono state medicate all'Ospedale di Caltagirone: sono state riscontrate affette da «distorsione cervicale, trauma cranico minore e stato d'ansia reattivo» con prognosi di una decina di giorni. Gli arrestati sono stati rinchiusi nel carcere di Caltagirone.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X