L'ANNIVERSARIO

Catania ricorda Fava, libri ai ragazzi di San Cristoforo e Librino

di

CATANIA. Il libro, e la cultura, come strumento per abbattere le barriere sociali, geografiche e culturali. La legalità come valore da conoscere e metabolizzare fin da piccoli. Sono questi i presupposti e gli obiettivi che hanno spinto Alfia Milazzo, protagonista di coraggiose iniziative, a costituire una libreria gratuita nel cuore del quartiere San Cristoforo, nel centro storico di Catania, eppure «periferia» lontana.

La libreria intitolata a Giuseppe Fava, è ospitata in via Orfanelli, 36 dove già ha sede l’Orchestra giovanile Falcone Borsellino, diretta dalla stessa Alfia Milazzo.

Un centinaio di persone ha partecipato al tradizionale taglio del nastro affidato a Francesca Andreozzi, vice presidente della Fondazione Fava: «È un evento emozionante che spero possa ripetersi con maggiore frequenza e non essere solo relegato alla commemorazione per l’omicidio di Pippo Fava – ha dichiarato -. Tutti i soggetti, istituzioni, associazioni anche singoli cittadini, che sono protagonisti e portatori dei valori della legalità devono poter condividere queste iniziative con sempre maggiore frequenza, perché la legalità è un valore che deve essere vissuto in ogni momento della quotidianità».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X