CORTE DEI CONTI

Fondi pubblici per stabilimento, imprenditore di Belpasso dovrà restituirli

BELPASSO. La sezione giurisdizionale d'appello della Corte dei conti ha condannato un imprenditore di Belpasso a restituire al ministero dello sviluppo economico quasi 425 mila euro.

Sono fondi ricevuti da Mario Cavallaro tra il 2001 e il 2006 per realizzare uno stabilimento per la produzione di resine fenoliche a Piano Tavola che non è mai partito (sentenza 237A/2017). A Cavallaro e alla sua società, La Fenice srl già Mc Enterprise srl di cui era rappresentante legale, è stata contestata «non tanto la mancata esecuzione degli investimenti previsti, bensì la mancata realizzazione del programma finanziato con le risorse pubbliche di cui si tratta, nella parte concernente l'effettivo esercizio dell'attività economica alla quale gli investimenti in argomento sono stati finalizzati» si legge nella sentenza.

Secondo i giudici, "percepire fondi per poi distrarli dalle finalità al raggiungimento delle quali erano preposti, configura danno erariale per la mancata realizzazione degli obiettivi che la Comunità europea si era prefigurata di raggiungere con l'erogazione sia per la sottrazione dei detti contributi dalla disponibilità di altri soggetti che, contrariamente agli odierni appellanti, avrebbero potuto realizzare gli scopi in questione".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook