LEGA PRO

Riconquistare i tifosi e centrare la B: le missioni di Petrone

di

CATANIA. Baldanzeddu e Di Cecco ancora fuori per infortunio, Bergamelli squalificato. La necessità di fare risultato a tutti i costi. Ma domani con il Taranto non bastano i tre punti: serve una prestazione che riconquisti i tifosi che avranno ancora voglia di andare al Massimino. L’esordio di Mario Petrone è tutto in salita: deve vincere su più fronti, non ha alternative. Pietro Lo Monaco gli ha dato il compito di portare di slancio questa squadra ai play off, obiettivo che probabilmente sarebbe stato raggiunto comunque da Pino Rigoli, tra stop and go.

E la sua prima volta nello stadio catanese deve essere eccezionale, altrimenti rischio di vanificare l’effetto “scossa” che la dirigenza ha voluto dare alla squadra. E Petrone deve dare segnali non solo all’interno dello spogliatoio, ma anche sugli spalti. Il Catania deve riconquistare la tifoseria, che contro il Matera ha fatto registrato il maggior numero di presenze in questo campionato, ma c’erano due fattori stimolanti: lo scontro di vertice con il Matera e, forse soprattutto, l’omaggio a Ciccio Famoso, il capo degli ultrà scomparso pochi giorni prima.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook