COMUNE

Catania, il Consiglio rinegozia mutui per 390 milioni di euro

di

CATANIA. Brusco stop al piano-bis di riequilibrio finanziario. Che rischia di essere bocciato dalla Corte dei Conti, pure in caso di approvazione consiliare.

La più importante delibera «salvaconti» dell’amministrazione Bianco, infatti, è a rischio di legittimità: «I tempi lunghi nei pagamenti del Comune – ha spiegato il vicepresidente Sebastiano Arcidiacono, ormai un “ex” della maggioranza a Palazzo degli Elefanti – sono incompatibili con una direttiva europea, esplicitamente richiamata nella norma che consente la rimodulazione del piano. In quella direttiva si prescrive che la Pubblica amministrazione onori i propri impegni di spesa in 30-60 giorni».

Arcidiacono ha chiesto il parere del Collegio di Difesa dell’ente, malgrado le rassicurazioni del Ragioniere generale Massimo Rosso: «Quei termini non sono perentori».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X