PROCURA DI CATANIA

Infettavano i pc delle aziende e poi chiedevano soldi per ripararli, quattro arresti

CATANIA.  Infettavano i computer di aziende e privati in diverse regioni italiane e poi chiedevano soldi per curare computer e sistemi informatici ed evitare la perdita di dati e l'accesso a utenze. E' l'accusa mossa dalla Procura distrettuale di Catania, su indagini del compartimento della Polizia postale Sicilia orientale, a sette persone, quattro delle quali sono state arrestate nel Napoletano.

Nei loro confronti il Gip ha emesso un'ordinanza che ipotizza i reati di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di estorsioni, frodi informatiche, accessi abusivi e danneggiamenti a sistemi informatici, sostituzioni di persone e truffe. L'operazione è denominata 'Criptoloker', dal nome del malware che è in grado di bloccare e criptare tutti i dati contenuti in Pd e sistemi informatici.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X