CARABINIERI

Picchia convivente che voleva lasciarlo, un arresto ad Acireale

ACIREALE. Ha dapprima insultato e poi colpito alla testa con violenza la convivente di 31 anni che voleva troncare una relazione fatta di alti e bassi durata qualche anno, dalla quale era anche nata una bambina.

L'aggressore, un uomo di 33 anni di Acireale, è stato arrestato poco dopo dai carabinieri. La donna è stata medicata in ospedale e dichiarata guaribile in 21 giorni. E’ accaduto la notte scorsa nella frazione marinara di Acitrezza, nel Catanese. L’uomo ha dapprima insultato la donna in un bar di Piazza Marina, poi l’ha trascinata fuori e l’ha colpita alla testa con violenza prima di fuggire. A chiamare il 112 è stata la donna da sola, dolorante ed in lacrime, nonostante nella piazza fossero numerosi gli avventori dei locali notturni.

Dopo aver soccorso la donna i militari hanno bloccato l’uomo, che si era nascosto nei pressi del vicino mercato ittico. La donna è stata medicata nell’ospedale Cannizzaro per un trauma cranico non commotivo ed una lussazione alla spalla sinistra. L’arrestato, accusato di lesioni personali aggravate, giudicato per direttissima, è stato rimesso in libertà con il divieto assoluto di avvicinarsi alla donna.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X