"L'Etna come Luna", l'agenzia spaziale tedesca sceglie il vulcano per testare i suoi robot

di

CATANIA. L’agenzia spaziale tedesca (DLR) ha scelto l'Etna per completare dei test con robot capaci di operare in condizioni estreme e analoghe a quelle della Luna. Il vulcano è stato scelto perché è una terra viva, con substrati unici e fenomeni di tutti i tipi. Un ambiente, dunque, simile alla luna. "Soltanto che qui c'è un po' di vento - spiega Steeve Parisi, responsabile Logistica DLR Sicilia - che sulla luna non c'è. Di solito per questo tipo di missioni si scelgono posti come le Canarie, le Hawaii, le Eolie. Ma l'Etna era anche facilmente raggiungibile ed era semplice trasportare tutta la nostra attrezzatura".

I robot creeranno un network di informazioni e dati attraverso rivelazioni dal sottosuolo, che potranno essere utili per missioni future.

Un team di ingegneri lavorerà ogni giorno fino al 5 luglio sotto gli occhi dei molti turisti che affollano le parti sommitali dell’Etna. Le operazioni si svolgono infatti a oltre 2.600 metri e simulano in pieno una possibile missione spaziale.

"Il futuro dello spazio è sempre più vicino ed in questo caso, proprio vicino casa nostra", spiega ancora Steeve Parisi. La missione “moon-analog” si svolge in concomitanza con il convegno internazionale Robex che si svolgerà allo Sheraton di Catania da ieri fino al 2 Luglio.

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X