POLIZIA E FINANZA

Fermato presunto scafista dello sbarco di 1.400 migranti a Catania

migranti, scafista, Catania, Cronaca
Foto d'archivio

CATANIA. Un nigeriano di 22 anni, Sami Sule, è stato fermato a Catania da Polizia di Stato e Guardia di Finanza di Catania, nell’ambito delle indagini coordinate dalla Procura in seguito all’arrivo, venerdì scorso, della nave della Guardia Costiera «Diciotti» con a bordo 1.428 migranti: è accusato di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Secondo alcuni testimoni il nigeriano avrebbe collaborato con i trafficanti libici svolgendo attività di sorveglianza e controllo dei migranti durante la loro permanenza nella 'safe housè in Libia.

Alcuni testimoni hanno raccontato che trafficanti libici li avrebbero costretti a prestare la loro manodopera gratuita per la realizzazione di opere di edilizia, aggiungendo che durante le giornate lavorative sarebbero stati ripetutamente malmenati da Sule e avrebbero assistito alle violenze perpetrate da quest’ultimo anche nei confronti di altri migranti, presi a bastonate e cinghiate.
Il fermato è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X