CATANIA

Droga e pistola in casa, arrestati moglie e nipote di un boss del clan Cappello

CATANIA. Una 54enne, moglie di un elemento di spicco del clan Cappello-Carateddi che sta scontando un ergastolo per omicidio nel carcere di Opera a Milano, e un suo nipote di 19 anni, sono stati arrestati per spaccio di droga e detenzione di armi da carabinieri del nucleo Radiomobile del comando provinciale di Catania.

Nella loro abitazione nel rione San Giorgio, militari dell'Arma hanno trovato una pistola Browning cal. 7,65, completa di caricatore contenente 6 cartucce, risultata rubata a Siracusa il 27 dicembre del 2015, centro grammi di cocaina, ancora da tagliare e dosare, due bilancini elettronici di precisione e materiale confezionare 'dosi' di stupefacenti Sequestrati anche diversi monili in oro, di probabile provenienza furtiva, che nei prossimi giorni saranno catalogati per l'eventuale restituzione ai legittimi proprietari.

La pistola sarà sottoposta a esami tecnico balistici da parte dei carabinieri del Ris di Messina. I due arrestati sono stati condotti in carcere.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X