Miss Italia, da Acicastello Martina Finocchiaro vola alle prefinali nazionali

di

CATANIA. E’ di Acicastello la seconda siciliana che andrà a disputare in settembre le prefinali nazionali del concorso Miss Italia. Si chiama Martina Finocchiaro, 20 anni, alta 1,75, segno Vergine.

E’ stata eletta con la fascia di "Miss Equilibra Sicilia Est" nella finale regionale che si è tenuta all’'Ippodromo del Mediterraneo di Siracusa, sotto lo sguardo attento del responsabile regionale Salvo Consiglio.

Martina si considera “una ragazza col forte senso dell'ordine, della precisione perché dotata di un'eccessiva razionalità e spesso per tale motivo non vivo con la necessaria serenità. Sono eccessivamente pignola, soprattutto con me stessa, chiedo troppo al mio corpo e alla mia mente. A volte mi pongo tanti limiti, tanti muri, come se non potessi farcela”.

La nuova Miss indica che “alla base della mia vita ci sono i valori, i principi che, purtroppo mi rendo conto, tramontano sempre di più. Ci siamo trasformati in una società di marionette che vivono al comando di social network, credendo che la cosa più importante siano i " like " su Facebook. Purtroppo o per fortuna non sono così, perche questa mia eccessiva rigidità non mi ha mai permesso di vivere in mezzo ai miei coetanei serenamente e con la spensieratezza della mia età”.

Martina afferma di essere orgogliosa della sua famiglia dalla quale dice di avere ricevuto un grande insegnamento che si chiama umiltà “mia madre, la donna della mia vita, la mia migliore amica, mia sorella, la mia confidente, ma sopratutto la mia miglior critica, quando ho vinto mi ha dato un bacio sorridendo, sicuramente fiera e orgogliosa, ma senza esagerare”.

La nuova “Miss Equilibra Sicilia Est” nel tempo libero ama leggere poesie, in particolare di Giacomo Leopardi.

Ama osservare opere d'arte, sempre per lo stesso discorso: andare al di là di ciò che appare. Nella sua giornata tipo inserisce una corsa mattutina o serale per il corpo e per liberare la mente. Studia psicologia, con la speranza un giorno di diventare criminologa “amo scoprire ciò che c'è in fondo, ciò che non si vede, perché a giudicare tutto ciò che vive in superficiale è troppo semplice. Penso che la cultura sia la prima cosa nella vita, una persona può essere bella e affascinante, ma l'apice della sua bellezza lo raggiungerà solo attraverso la parola, attraverso il suo sapere e la sua conoscenza”.

Uno dei suoi peggior difetti “è essere eccessivamente precisa, organizzo tutto per filo e per segno e mi sono resa conto che in certe occasioni sono rimasta delusa”.

Il suo motto è: “Se non uccide, fortifica”.

Qualsiasi cosa accadrà nella nostra vita, potrà annientarci interiormente, ma mai ucciderci del tutto. Bisogna avere la forza di rialzarsi sempre, anche se tutto sembra aver preso una logica”. Poi la Miss ha belle parole per Miss Italia “è sempre stato un sogno che avevo sin da bambina. Oggi questo successo lo dedico a me stessa, rimproverandomi di aver pensato di non potercela fare; a mia madre nonché punto fermo della mia vita e infine ad una persona che diceva “non puoi farcela, non sei raccomandata”. Oggi urlo che Miss Italia non si è rivelato un concorso, ma una seconda famiglia. Per cui ringrazio Miss Italia per questo traguardo e per avermi fatto vivere momenti di pura felicità. Compierò 21 anni il primo settembre, vedo che le date coincidono con Jesolo, dunque spero che questo possa essere un compleanno eccezionale a tutti gli effetti”.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X