FINANZA

Truffa sui fondi per l'Agricoltura, sei indagati ad Acireale

di

ACIREALE. Per ottenere i contributi europei destinati all’agricoltura utilizzavano false attestazioni: contratti di terreni agricoli inesistenti, affitti mai stipulati, particelle catastali non in regola e addirittura le proprietà agricole di persone morte. Sono sei le persone indagate nell’ambito di un’inchiesta portata avanti ad Acireale, in provincia di Catania, che vede coinvolti tre operatori di centri assistenza agricola e tre imprenditori. Sotto la lente di ingrandimento dei finanzieri è finito un giro di contributi, indebitamente percepiti, stanziati dall’Unione Europa e destinati al settore agricolo.

I finanzieri del Comando Provinciale di Catania hanno eseguito un provvedimento di sequestro preventivo di beni emesso dal gip del Tribunale di Catania nei confronti delle sei persone indagate, in concorso tra loro, per truffa aggravata finalizzata al conseguimento di aiuti comunitari all’agricoltura. Il provvedimento, a seguito degli accertamenti eseguiti dai Finanzieri di Acireale, è stato eseguito mediante il sequestro dei beni degli indagati fino alla concorrenza dell’importo di 230.000 euro, costituente il profitto della truffa.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook