BELVEDERE

I Marines di Sigonella «liberano» il Castello Eurialo da erbacce e sterpaglie

SIGONELLA. A liberare il Castello Eurialo, alle porte di Belvedere, da sterpaglie ed erbacce ci pensano i marines di Sigonella, ma non è ancora certa la data di riapertura del sito archeologico. Nonostante le alte temperature da bollino rosso segnalate anche dalla Protezione Civile l'antica fortezza greca è stata ripulita ieri mattina, dalle 9 alle 13, con l'intervento di oltre 30 volontari, muniti di decespugliatori, tra i quali il gruppo dei marines ma anche con l'aiuto dei ragazzi dell'associazione Nazionale dei Carabinieri territoriale guidata da Valentino De Ieso e l'«Azienda foreste demaniali».

«Una collaborazione, quella con i marines, per la tutela dei nostri siti, che nasce già negli anni passati con la Sovrintendenza – ha spiegato Mariella Musumeci, responsabile del Polo regionale di Siracusa per i siti e i musei archeologici -. Un lungo patto che coinvolge anche l'associazione Nazionale dei Carabinieri. Questa ulteriore occasione di cooperazione è nata in maniera “spontanea” dopo esserci assicurati della disponibilità dei volontari. Probabilmente i tempi non sono quelli giusti, turisticamente parlando, poiché ci troviamo nel mese di agosto ma è sempre utile svolgere questo tipo di attività in attesa che arrivino le perizie finanziate dal nostro assessorato e trasmesse dai nostri uffici già tempo fa». (*Emir*)

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook