COSA NOSTRA

Morto a Catania il boss Laudani, il questore vieta i funerali pubblici

CATANIA. E’ morto a 91 anni il boss Sebastiano Laudani, capo storico e patriarca del clan mafioso dei 'Mussi di ficurinià ('Labbro da ficodindià) di Cosa nostra di Catania. Condannato per associazione mafiosa, omicido ed estorsione era agli arresti domiciliari per gravi motivi di malattia.

Storico alleato del clan Santapaola ha partecipato agli inizi degli anni '90 alla guerra di mafia contro le cosche dei Cursoti e dei boss Cappello e Pillera che in due anni, nel 1991 e nel 1992, fecero registrare nel Catanese oltre 200 morti ammazzati.

Il decesso è avvenuto il 10 agosto scorso e i funerali, su disposizione del Questore di Catania, Giuseppe Gualtieri, che ha vietato quelli pubblici, sono stati celebrati ieri mattina nella cappella del cimitero del capoluogo etneo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X