POLIZIA

"Prodotti non sicuri", sequestri a Catania in due negozi asiatici

di

CATANIA. «Cineserie». Sotto sequestro un gran numero di casalinghi, accessori elettrici, cosmetici, batterie e materiale scolastico in due negozi di viale Vittorio Veneto gestiti da cittadini di origini asiatiche. A fare loro visita sono stati agenti del commissariato Borgo Ognina e della Polizia locale: da mille 500 a 10 mila euro le sanzioni previste. La notizia è stata diffusa ieri dalla Questura che ha reso i dettagli di questo intervento.

Gli investigatori hanno sottolineato «i rischi per l'incolumità pubblica» rappresentati da cosmetici e materiale elettrico, «se non a norma». Molti prodotti, peraltro, erano privi di marchio di sicurezza «CE». Più volte, le associazioni a tutela dei consumatori sono intervenute per diffidare dall'acquisto di merce «fuorilegge» invitando innanzitutto a sospettare di prezzi troppo bassi. «Offerte troppo belle per essere vere, che spesso nascondono sfruttamento della manodopera e utilizzo di sostanze di bassa qualità o addirittura pericolose», affermano gli esperti.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X