BORGO OGNINA

Vendono videogiochi on line ma è una truffa, due catanesi bloccati dalla polizia

di

CATANIA. Un napoletano è caduto in …. Rete. E’ stato raggirato da due “compari” catanesi, ora identificati e denunciati dagli agenti del commissariato Borgo Ognina. Niente nomi nella notizia diffusa dalla Questura, ma la precisazione che uno degli indagati ha precedenti specifici. Sempre per truffa telematica, che è il reato contestato.

Stando alla versione dei poliziotti, la vittima navigando su Internet ha notato che un sito di e-commerce proponeva in «superofferta» una scontatissima console per videogiochi. Un’occasione, pensava. Ha deciso, così, di acquistare quel prodotto virtuale e pagato con bonifico bancario, seguendo le istruzioni contenute nella pagina-web. «Consegna in 3-4 giorni lavorativi», la promessa. Attesa inutile, però: «Il malcapitato non ha mai ricevuto nulla, quindi ha inutilmente provato a contattare il venditore-fantasma», riferiscono gli investigatori sulla base della denuncia presentata dall’acquirente gabbato.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X