IL CASO

Legale di un boss detenuto a Catania: "Non conosciamo le sue condizioni salute"

CATANIA. «Non sono ancora note le condizioni di salute di Antonino Santapaola, detenuto al 41 bis nella Casa Circondariale di Milano - Opera». Lo afferma in una nota il suo difensore, l’avvocato Giuseppe Lipera, aggiungendo che "nonostante molteplici richieste di informazioni sia al direttore della casa di reclusione ove è detenuto che ai sanitari che lo hanno avuto in cura, ad oggi, trascorsi oltre 23 giorni dal ricovero in ospedale, nessuna risposta è pervenuta».

Il legale ricorda che il boss ergastolano, «affetto da gravi patologie, è stato ricoverato il 30 agosto scorso nell’Unità Operativa Complessa di Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale San Paolo di Milano per essere poi trasferito il 12 settembre scorso nella Quinta Divisione di Medicina Protetta dello stesso ospedale».

«Non posso nascondere la mia indignazione. E’ assolutamente ingiusto, inaccettabile, oltre modo inammissibile e disumano - afferma Lipera - non consentire né al difensore né, tanto meno, alla moglie di un uomo - già affetto da malattie gravi e, nonostante questo, sottoposto alla reclusione in regime di 41 bis - di sapere come sta e se è ancora in pericolo di vita».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X