ABUSIVISMO EDILIZIO

Occupa parte di strada per realizzare un terrazzino, sequestrata una casa a Catania

CATANIA. Personale del commissariato Borgo-Ognina della polizia di Stato di Catania ha sequestrato un immobile in via Malta, nel rione Picanello, il cui proprietario aveva realizzato abusivamente un primo piano e occupato parte della strada pubblica costruendo un terrazzino privato.

L’uomo, oltre che per i reati in materia edilizia, è stato anche denunciato per sfruttamento dello stato di bisogno di un muratore romeno che lavorava in 'nero' per lui per 10 euro al giorno, e andava a mangiare alla mensa della Caritas Diocesana. Il proprietario dell’immobile è anche indagato per violazioni di carattere penale legate alla gestione illegale di rifiuti, alla normativa antisismica, in materia di abuso edilizio e sicurezza e salubrità sui luoghi di lavoro.

Durante altri controlli personale del Commissariato Borgo-Ognina ha sequestrato un cantiere aperto in un condominio di via Gabriele D’Annunzio perché privo delle necessarie protezioni che mettevano a rischio l’incolumità dei lavoratori e dei condomini. Il titolare della ditta edile e l’ingegnere coordinatore per la sicurezza del cantiere sono stati denunciati dalla polizia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X