CARABINIERI

Tenta di strangolare la compagna con una cintura, un arresto nel catanese

CATANIA. Avrebbe tentato di uccidere la convivente di 39 anni strangolandola con una cintura. L’avrebbe poi accompagnata in ospedale e prima di andar via avrebbe detto che la donna era caduta dalle scale. Per questo motivo i carabinieri di Belpasso hanno fermato, con l’accusa di tentativo di omicidio, un giovane di 29 anni, F.T.

I militari hanno eseguito un decreto di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura di Catania. I fatti risalgono al 23 settembre scorso. Il fermo è avvenuto tre giorni dopo, il 26 settembre, ma è stato reso noto solamente stamane. Il 30 settembre il gip, atteso il pericolo di fuga, ha convalidato l'arresto ed il giovane è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza.

Le indagini hanno preso avvio dalla segnalazione fatta ai militari dell’Arma da parte dei medici del Pronto Soccorso dell’ospedale "S.S. Salvatore" di Paternò, dove il 29enne ha accompagnato la convivente, alla quale furono riscontrate "ecchimosi al collo con segni di strangolamento manuale e presunta corda, escoriazioni plurime al dorso con ecchimosi ed escoriazioni alle ginocchia, ecchimosi al ginocchio sinistro».

La donna fu inoltre trovata in stato confusionale, con ecchimosi al collo e alla schiena e fu definita dai medici «poco collaborante». I carabinieri nell’immediatezza dei fatti effettuarono rilievi fotografici delle lesioni e il medico legale a cui venne dato incarico di accertare la natura e l'entità del trauma precisò che le lesioni erano state causate da una cintura larga circa 2 centimetri.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X