SPACCIO

Operazione antidroga «Chilometro zero» a Catania, ecco come funzionava

di

CATANIA. Ruota attorno alla figura di Rosario Lombardo «uomo d’onore» della famiglia mafiosa dei Santapaola l’inchiesta «Km 0», che ha portato l’altro ieri all’arresto di 36 persone tra spacciatori, vedette e custodi di droga e che ha azzerato una delle più fiorenti «piazze di spaccio», alla periferia della città.

Perché «Saru u rossu» come a Librino tutti lo conoscevano, boss malato e per questo per lungo tempo ai domiciliari al civico 3 di viale Biagio Pecorino, secondo quanto ricostruito dai carabinieri anche grazie alle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia, avrebbe gestito gli affari comodamente seduto sulla poltrona di casa. Ed è così che a Librino gli affari con la vendita di marijuana e cocaina vanno avanti. Un business da 200 cessioni di droga al giorno con turni dalle 8 del mattino alle 2 di notte.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X