CONDANNATO A 30 ANNI

Femminicidio di Nicolosi, il Gup: «Priolo non merita alcuno sconto»

di

NICOLOSI. Trent’anni, non l’ergastolo, solo per avere scelto il giudizio abbreviato. Ma nessuno «sconto» sulle aggravanti, né alcun riconoscimento di ridotte capacità mentali. Il 7 ottobre 2015 a Nicolosi, Antonio Priolo assassinò l’ex compagna Giordana Di Stefano «con crudeltà e premeditazione» colpendola quarantotto volte con un coltello.

Queste, in sintesi, le motivazioni della condanna pronunciata dal giudice delle udienze preliminari Rosa Alba Recupido a carico del ventottenne belpassese, catturato a Milano mentre tentava di fuggire in Svizzera e reo confesso dell’omicidio. Il dispositivo era stato pronunciato a novembre, adesso il gup ha depositato le settantasei pagine di sentenza.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X