CARABINIERI

Assalto della "banda del buco" alle poste di Aci Sant'Antonio: rubati cinquantamila euro

ACI SANT'ANTONIO. Assalto della "banda del buco" stamattina all’ufficio postale di Aci Sant'Antonio, nel Catanese, dove due rapinatori armati e col volto travisato, passando da un foro aperto in una parete contigua, hanno fatto irruzione sequestrando la direttrice e gli impiegati. Il bottino in corso di inventario sarebbe stato di circa 50mila euro. Uno dei dipendenti di Poste italiane è ancora ricoverato sotto choc nell’ospedale di Acireale.

Sul posto sono intervenuti per le indagini i carabinieri. A rendere noto l’episodio è la Cisl sottolineando che «il foro era stato praticato 10 giorni fa», ma che l’attivazione del sistema dall’arme aveva messo in fuga i banditi. Il sindacato sottolinea dall’indomani di «avere sollecitato l’immediata riparazione per mettere subito in protezione i lavoratori e lo aveva fatto con una missiva riservata inviata agli organi aziendali preposti».

«La missiva è rimasta inascoltata - afferma il segretario di Slp-Cisl di Catania, Salvo Di Grazia - ed oggi, ancora una volta, stiamo ad assistere all’annunciata ed ennesima violenza che i lavoratori sono stati costretti a subire, per colpa di un’azienda che abbandona con ripugnante cinismo le persone, i propri dipendenti. Questi ultimi sono da tempo vittime di un insolente disinteresse di chi in azienda dovrebbe agire con estrema tempestività e soprattutto sono le vittime sacrificali di una politica economica aziendale incentrata tutta verso il taglio delle risorse, specie in tema di sicurezza nei luoghi di lavoro».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X