CORTE D'ASSISE

Omicidio a Palagonia, condannati due fratelli

omicidio palagonia, Catania, Cronaca
Il tribunale di Catania

CATANIA. La Corte d’assise di Catania ha condannato, rispettivamente, a 16 anni anni e a 15 anni e un mese di reclusione i fratelli Salvatore e Daniele Faciano Miraglia, di 57 e 45 anni, arrestati l’11 ottobre 2015 da carabinieri della compagnia di Palagonia con l’accusa di avere ucciso Giovanni Cutrera, di 50 anni, con colpi di bastone a Vizzini.

Daniele Miraglia è stato assolto dall’accusa di tentativo di omicidio di una persona ferita mentre era con la vittima, mentre per il fratello Salvatore il reato è stato derubricato in lesioni aggravate. Nella sentenza la Corte d’assise ha ritenuto prevalementi le attuanti generiche sulle aggravanti.

Erano stati i due fratelli, che sono assistiti dagli avvocati Francesco Villardita e Pia Giardinelli, a telefonare al 112 per segnalare l’aggressione. Militari dell’Arma e il sostituto procuratore Antonia Sartori hanno anche raccolto le dichiarazioni di un giovane che era con Cutrera e che è rimasto ferito nell’aggressione. L’inchiesta è stata coordinata dal procuratore di Caltagirone, Giuseppe Verzera.

Secondo quanto ricostruito dalla difesa, i Faciano Miraglia, grazie a una telecamera di sorveglianza avrebbero visto Cutrera e il giovane appiccare il fuoco a una loro auto, che era la terza a bruciare, facendo scattare la vendetta. Tra loro c'erano dei contrasti di vicinato tra allevatori. I legali dei due imputati hanno annunciato ricorso in appello.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X