CARABINIERI

Pestato e sequestrato a Giarre, arrestate quattro persone

di

GIARRE. Lo pestarono a sangue in corso Italia a Giarre e poi lo portarono davanti a boss Salvatore Nicotra. La sua fossa era stata già scavata ma alla fine è stato graziato.

E’ quanto ricostruito dai carabinieri che hanno arrestato quattro persone accusate di furto con strappo, sequestro di persona in concorso e tentato omicidio in concorso nei confronti di un quarantenne di Giarre il 6 novembre 2017.

L’uomo era stato aggredito selvaggiamente da tre persone, derubato, caricato in auto e portato in una campagna nella zona di Macchia di Giarre. La vittima è stata portata davanti a Nicotra che ha ordinato ai suoi complici di scavare una fossa per seppellirlo. Alla fine uno dei tre aggressori ha convinto il boss a non seppellirlo perché il pestaggio era avvenuto in pieno giorno davanti a più persone.

La vittima ha riportato diversi traumi su tutto il corpo, fratture delle costole e lesioni interne ai polmoni. E’ stato operato due volte e gli è stato asportato un polmone. Nicotra e gli altri tre arrestati, incensurati giarresi di 35, 21 e 20 anni, sono stati portato nel carcere Piazza Lanza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X