FILCAMS CGIL

Auchan Catania, i sindacati: solo 45 dipendenti su 101 da ricollocare, insufficiente

CATANIA. Per la Filcams Cgil «la proposta di Auchan per ricollocare solo 45 su 101 lavoratori non può essere giudicata soddisfacente, seppure sia da considerare importante il segnale di apertura da parte dell’azienda».

È stato rimandato a mercoledì prossimo il confronto tra l'azienda e i sindacati che rappresentano i dipendenti a rischio licenziamento dell’ipermercato di Catania San Giovanni La Rena. Il percorso, secondo il sindacato, «non si preannuncia però lineare, visto che da una parte, Auchan ha annunciato di avere 139 posizioni aperte solo nei punti vendita del Settentrione, in regioni come la Lombardia, la Liguria o il Piemonte, dall’altra gli incentivi ad abbandonare volontariamente l’occupazione non appaiono convenienti».

In particolare, le proposte prevedono per 13-15 persone una ricollocazione sui negozi Sma Simply. Dieci posizioni sono invece previste ad Auchan di Carini (Pa), dieci all’Auchan di Mellili (Sr), due posizioni sarebbero ricollocate con la formula delle «politiche attive». L’opzione Manpower conta invece 15 posizioni; seguono 10 posizioni a Porte di Catania. L’incentivo all’esodo è di 35 mila euro. Intanto, la Filcams Cgil di Catania, in questi giorni tenta anche un confronto con Bricoman e Leroy Merlin, sempre del gruppo Auchan.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X