IN COMUNE

Dopo Torino e Roma anche a Catania si registrano i figli delle coppie gay

Dopo Torino, Gabicce e Roma anche Catania è tra le città che sta procedendo alla trascrizione di certificati di nascita stranieri di figli coppie omosessuali.

In particolare, spiega in una nota Famiglie Arcobaleno, «nelle ultime settimane l’amministrazione guidata dal sindaco Enzo Bianco ha proceduto a trascrivere l’atto di nascita di due gemelli nati in America, figli di due padri, D. e N., di 36 e 42 anni». Anche in questo caso come in quello di Roma la trascrizione è stata spontanea ovvero senza l’intervento del Tribunale.

Qualche giorno un asilo a Roma aveva abolito le feste del papà e della mamma in favore della festa della famiglia considerata più inclusiva e non discriminatoria nei confronti delle nuove famiglie con genitori dello stesso sesso. Questa la scelta all’asilo Chicco di Grano nel quartiere Ardeatino a Roma.

Per l'associazione Articolo 26 e per alcuni genitori di altri bambini dell’asilo però la decisione di eliminare le tradizionali feste è una «discriminazione al contrario presa dopo le pressioni di una coppia omosessuale» e sulla vicenda hanno inviato un reclamo al municipio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X