DIGOS

Catene ai cancelli della scuola per bloccare le prove Invalsi, 5 studenti denunciati a Catania

di
studenti denunciati catania, Catania, Cronaca
Liceo classico "N. Spedalieri" di Catania

Cinque studenti al liceo classico Spedalieri di Catania hanno cercato di evitare che si svolgessero le prove Invalsi nel loro istituto. Gli studenti lo scorso 9 maggio avevano apposto delle catene ai due cancelli d’ingresso per impedire lo svolgimento delle prove, che si tenevano a livello nazionale.

Gli agenti della Digos della questura di Catania hanno segnalato alla procura della repubblica per i Minorenni i cinque ragazzi che hanno tentato di impedire il regolare svolgimento delle prove concorsuali. Gli studenti sono indagati per il reato di interruzione di pubblico servizio.

Mercoledì 9 maggio già alle 7, alcuni studenti che capeggiavano la protesta avevano riferito al personale docente di voler solo esternare la propria protesta contro le suddette prove Invalsi e che avrebbero tolto le catene alle 8, consentendone comunque il regolare svolgimento.

Ma i ragazzi non avevano poi mantenuto la promessa. Così è stato richiesto l’intervento della polizia di stato. Per più di un’ora i poliziotti avevano cercato di convincere i ragazzi ad aprire i cancelli. Ma gli studenti erano rifiutati di rimuovere le catene. Gli agenti erano stati costretti a richiedere l’intervento dei vigili del fuoco che le hanno tranciate.

Solo alle 9,10, l’attività scolastica e le procedure di esame avevano potuto avere inizio.  Le immagini dei video delle telecamere installate sul perimetro dell’Istituto scolastico sono state  acquisite come  prove dell’arrivo e delle condotte di questi cinque studenti che avevano messo le catene. Si tratta di ragazzi appartenenti al “collettivo autonomo studentesco” articolazione del centro sociale “Liotru”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X