Religione e folklore insieme, festa a Calatabiano per san Filippo Siriaco: le foto

di

Celebrata senza incidenti la 253esima Calata di San Filippo Siriaco, a Calatabiano, una delle feste più spettacolari d'Italia, tra il religioso e il folkloristico. Migliaia di persone, tra cui molti turisti hanno pacificamente invaso il "Comune dei castelli", Calatabiano, al confine tra le province di Catania e Messina per partecipare all'annuale festa in onore di San Filippo Siriaco e in particolare per assistere di presenza alla tradizionale calata, spettacolare corsa della vara con il simulacro del Santo, dalla Chiesa del Santissimo Crocifisso al Castello, fino alla Chiesa Madre.

Fedeli e turisti provenienti da ogni dove si sono dati appuntamento, sin dalla mattina, nella chiesa del Santissimo Crocifisso per assistere alla Messa e per vestire il Santo con i fiori. Nel pomeriggio la tradizionale calata è stata preceduta dal corteo storico che dal monte arriva fino alla chiesa Madre, un'ora prima del fercolo. I figuranti in costumi d'epoca rappresentano la corte dei Cruyllas, famiglia che portò allo splendore il castello di Calatabiano.

Puntialissima poi è partita la processione: il fercolo, portato a spalla dai fedeli, ha lasciato la chiesa del Santissimo Crocifisso ed è stato condotto di corsa dai devoti lungo una strada in gradoni di pietra bianca fino alla chiesa Madre di Calatabiano, dove il santo resterà per una settimana.

Domenica prossima, la quarta del mese di maggio, si svolgerà l'Acchianata, cioè la risalita del santo verso la chiesa sul monte Castello. Alle 18, il simulacro contenente il busto reliquiario del protettore verrà riportato a spalla dai devoti fino alla chiesa del Santissimo Crocifisso.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X