PROCURA

Corso per diventare guide sull'Etna, aperta un'inchiesta per sospetta parentopoli

La procura di Catania ha aperto un’inchiesta su presunte irregolarità in merito al bando del corso per guide vulcanologiche dell’Etna, sul quale pendono anche le denunce dei partecipanti esclusi.

"L'apertura dell’indagine da parte della procura di Catania sul concorso per Guide vulcanologiche dell’Etna - commenta la deputata regionale del M5S Angela Foti - dimostra che i nostri dubbi erano fondati. Ora la Regione si muova, congelando in autotutela gli esiti delle prove del concorso. La Regione Siciliana sia garante dell’imparzialità della pubblica amministrazione, a difesa dei diritti e delle legittime aspettative di tutti i cittadini siciliani".

"Già la scorsa settimana avevo denunciato, con un’interrogazione parlamentare, le presunte irregolarità e l’annessa parentopoli auspicando l’adozione di provvedimenti da parte della Regione, anche alla luce di una serie di esposti presentati alla magistratura", afferma la deputata, ricordando che aveva anche auspicato "la costituzione di una commissione di indagine sulla vicenda".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X