NEL CATANESE

Maltrattamenti e offese agli alunni, sospesa insegnante ad Aci Catena

Sottoponeva a maltrattamenti fisici e psicologici i suoi alunni, che offendeva chiamandoli "teste di scecco" (teste di asino), colpiva alla nuca, al viso e sulle mani e strattonava con forza e rabbia per le braccia. È quanto i carabinieri contestano ad una insegnante di scuola elementare 59enne di Aci Catena, O.L.R., che il Gip di Catania ha sospeso dall'esercizio del pubblico impiego per 12 mesi. La donna è indagata per maltrattamenti e lesioni volontarie aggravate.

La misura interdittiva è stata richiesta dalla Procura della Repubblica di Catania a seguito di indagini delegate ai carabinieri della Compagnia di Acireale.

L'indagine ha preso avvio dopo la denuncia presentata ai carabinieri dai genitori di un alunno che avevano notato un improvviso e preoccupante cambiamento di umore del figlio, che mal sopportava l'idea di dover andare a scuola e che aveva rivelato loro di aver ricevuto uno schiaffo dalla maestra.

I militari, con l'ausilio di intercettazioni ambientali e di videoriprese, hanno accertato sin da subito lo stato di soggezione e di timore nel quale i bambini quotidianamente vivevano all'interno della classe durante l'orario scolastico, costretti a subire i maltrattamenti della maestra che li mortificava sistematicamente.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X