CARABINIERI

Punta un coltello alla gola della compagna, un arresto a Maletto

aggressione maletto, Catania, Cronaca

Ubriaco e in preda ad un attacco di gelosia punta un coltello alla gola della sua compagna, che nel frattempo teneva la figlia in braccio. È accaduto a Maletto, dove è stato arrestato un romeno di 35 anni per i reati di maltrattamenti in famiglia aggravati.

La scena è stata ripresa dalla sorella della donna con lo smartphone. L’uomo sarebbe stato sempre ubriaco e per anni avrebbe umiliato la compagna connazionale. I due sono arrivati in Italia nel 2016.

L’aggressione è avvenuta il 3 febbraio scorso. L’uomo in quella occasione l’aveva accusata di averlo tradito e le aveva puntato un coltello mentre la donna teneva in braccio la loro bambina di appena tre mesi. La coppia ha altre tre bambini di 7, 5 e 3 anni.

La sorella della vittima ha minacciato di denunciarlo. Ma l’uomo ha detto alla cognata: “Ti infilo il cellulare in bocca e poi ti mando qualcuno ad ammazzarti di botte”. La donna ha denunciato tutto ai carabinieri, ormai disperata e terrorizzata che l’uomo avrebbe potuto commettere gesti estremi nei confronti della cognata e soprattutto dei minori.

I militari hanno ricostruito minuziosamente la vita familiare della donna e le vessazioni subite, fornendo all’autorità giudiziaria gli elementi per l’emissione del  provvedimento restrittivo. Il trentacinquenne è stato portato nel carcere Piazza Lanza di Catania.

S.I.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X