GUP

Violentata dal branco dopo la discoteca a Catania: libero uno dei condannati

Il 23 maggio scorso è stato condannato, come due complici, a sei anni di reclusione per una violenza sessuale nei confronti di una 25enne dopo una serata trascorsa in una discoteca di Catania. Ieri Emanuele Santangelo, 24 anni, è stato scarcerato dallo stesso Gup, Sebastiano Fabio Di Giacomo Barbagallo, che lo aveva condannato, che, accogliendo la richiesta dell’avvocato Sandro Costanzo Piccinino, ha disposto per lui l’obbligo di soggiorno. La Procura aveva chiesto l’uso del braccialetto elettronico.

A rendere nota la decisione è il penalista, che spiega di avere basato la richiesta sulla distanza dei due paesi dove vivono il 24enne e la vittima e la necessità del suo assistito, che era incensurato e ha due figli piccoli, di lavorare per la famiglia.

Per la violenza sono stati condannati anche Angelo Condorelli, 37 anni, e Agatino Sapuppo, 35. I tre erano stati arrestati dai carabinieri per avere violentato per ore la giovane, dentro un’auto, nascosti in una zona isolata, accanto al cimitero di un paesino.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X