SPETTACOLO

Il Taranta Fest vola a Budapest: svolta internazionale per il festival del sud Italia

di

Dodici musicisti siciliani in partenza per Budapest per diffondere la cultura musicale popolare dell’Isola. Ha un’anima internazionale la XIII edizione del Taranta Fest, il festival di promozione e valorizzazione del folk siciliano e del Sud Italia organizzato come ogni anno dall’associazione culturale Il Tamburo di Aci, presieduta da Davide Urso.

Il 12 e il 13 luglio le formazioni legate al cantautore messinese Mimì Sterrantino, alle cantautrici ennesi Francesca Incudine e Roberta Gulisano e alla folk singer palermitana Valentina Balistreri suoneranno all’Anker’t della capitale magiara per poi ritrovarsi il 31 luglio in piazza Umberto I, sotto il Municipio di Zafferana Etnea che ha scelto di ospitare la festa musicale dedicata alle migliori leve del nuovo folk isolano.

Taranta Fest, nato per dare voce al folk della Sicilia e del Sud Italia, Calabria e Campania in primis, dopo aver girato mezza Sicilia nelle XII edizioni precedenti, finalmente ha una svolta internazionale. Musica, workshop, mostre e danza gli ingredienti principali del Tarantafest, attività collegate tutte alle tradizioni popolari isolane.

Il culmine delle due giornate vedrà l’esibizione dei quattro artisti principali. La tappa siciliana si svolgerà a Zafferana Etnea, che ospiterà l’evento conclusivo del festival, dove i quattro talenti siculi si esibiranno insieme davanti al loro pubblico.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X