SANITÀ

L'Asp di Catania stabilizza 90 precari, Musumeci: "Il territorio ha bisogno di voi"

Con la firma dei contratti a tempo indeterminato sono stati stabilizzati ieri all’Asp di Catania 54 dirigenti medici, sei dirigenti farmacisti e 30 risorse del comparto alla presenza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza.

«Con la stabilizzazione - ha detto Musumeci - arriva per voi il tempo per potere progettare con più serenità il vostro futuro. Il territorio ha bisogno di voi, della vostra abilità, della vostra professionalità e della vostra caratura umana. Lavorate per una sanità diversa, perché la sanità è la trincea della sofferenza umana».

«La Sicilia - ha aggiunto dal canto suo Razza - è la prima regione del meridione d’Italia ad avere avviato le procedure di stabilizzazione. Siamo contenti perché avvertiamo di aver fatto semplicemente il nostro dovere. Dopo l’approvazione della nuova rete ospedaliera apriremo la stagione della mobilità e dei concorsi».

«L’obiettivo che abbiamo - conclude l'assessore - non è di realizzare una programmazione sanitaria sulla carta, ma di mettere tutte le strutture sanitarie nella disponibilità di avere l’organico pieno, con personale adeguato e con le giuste garanzie. Il mio auspicio è di poter vedere il nostro sistema sanitario giovarsi sempre di giornate come quella di oggi».

«Continuiamo nel lavoro intrapreso - ha detto il direttore generale dell’Azienda sanitaria catanese Giuseppe Giammanco - in coerenza con gli atti di programmazione e le indicazioni dell’Assessorato regionale alla Salute».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X