NUOVO CASO

Catania, dottoressa chiede il rispetto dei turni e viene aggredita al Vittorio Emanuele

Nuova aggressione in un ospedale siciliano. Dopo il caso dei giorni scorsi un'altra aggressione all’ospedale Vittorio Emanuele di Catania dove una dottoressa è stata colpita con l'asta che sostiene le flebo da una donna, solo perché lei aveva chiesto il rispetto dei turni.

L'intervento della polizia ha evitato il peggio. A darne notizia il sindacato Anaao Assomed Sicilia che chiede un intervento urgente al prefetto Silvana Riccio, al sindaco Salvo Pogliese e all’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza.

L'aggressione è scattata quando il medico, di fronte all'insistenza dei pazienti, ha chiesto che venissero rispettati i turni. La donna che ha tentato di colpirla è stata denunciata mentre la dottoressa ha 3 giorni di prognosi per stato d'ansia.

“Non intendiamo restare spettatori inermi nei confronti delle continue e ripetute aggressioni al personale sanitario, chiamato a svolgere il proprio lavoro. Il tavolo tecnico regionale istituito di recente, non rappresenta la soluzione immediata: non si può più procrastinare”.

La sigla sindacale esprime solidarietà nei riguardi della dottoressa aggredita e presa a sprangate.  “Ancora oggi - afferma Antonino Palermo, il segretario  regionale di Anaao Assomed Sicilia - assistiamo all’ennesimo episodio di violenza al pronto soccorso del Vittorio Emanuele di Catania, dove una dottoressa è stata aggredita e presa a sprangate”. Nei giorni scorsi un altro episodio, per fortuna senza feriti.

“Responsabilità strutturali, mancata vigilanza, carenza di organico, mancanza di rispetto nei confronti degli operatori sanitari: poco importano le motivazioni! È inconcepibile  - tuona Palermo - che un professionista vada a lavorare e debba rischiare la sua incolumità. È giunto il momento di dire basta!”.

“Noi ci auguriamo che entro la fine dell’anno i locali del pronto soccorso possano essere spostati in via Santa Sofia – ha spiegato il direttore generale facente funzioni dell'ospedale Policlinico Vittorio Emanuele di Catania, Giampiero Bonaccorsi- “Per ora il pronto soccorso si trova nella zona di via del Plebiscito, che è considerato una quartiere malfamato e l’utenza è da sempre molto aggressiva nei confronti del personale medico e paramedico”.

S.I.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X