POLIZIA

Lasciano la scuola per lavorare in Germania col padre, due genitori denunciati a Catania

Due genitori indagati e segnalazione ai servizi sociali per avere fatto lavorare i due figli minori di 14 anni in Germania con il padre, abbandonando la scuola. La storia è stata scoperta nei giorni scorsi dal personale del commissariato di Polizia di Borgo - Ognina a Catania.

Gli agenti, nel corso di un controllo in Piazza Pergolesi, hanno controllato un gruppo di giovani tra i quali uno senza documenti. In base ad alcune informazioni acquisite sul posto è emerso il sospetto che il giovane avesse abbandonato la frequentazione della scuola obbligatoria.

Ma non solo. Gli agenti hanno anche scoperto che il ragazzo, insieme al fratello, è stato indotto a raggiungere il padre che lavorava in Germania. Abbandonando gli studi e lavorando ancora prima dell’età consentita, ovvero i 16 anni.

I genitori sono stati indagati in stato di libertà per il reato che punisce chi, avendo la potestà genitoriale, impiega i minori prima del compimento dei 16 anni e viene meno agli obblighi di istruzione scolastica obbligatoria.

È la legge 296/2006 che rivolgendosi a chi esercita la potestà genitoriale, prevede che "l'istruzione impartita per almeno dieci anni è obbligatoria ed è finalizzata a consentire il conseguimento di un titolo di studio di scuola secondaria superiore". La stessa legge prevede anche che i minori possono essere impiegati in attività lavorative solo dopo il compimento di 16 anni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X