CARABINIERI

Picchia la convivente e il figlio che tenta di difenderla, arrestato a Catania

I carabinieri hanno arrestato un pregiudicato catanese di 41 anni, poichè ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale. È accaduto a Catania. L'uomo, convivente da circa quattro mesi con la vittima, una donna di 50 anni ed il figlio 18enne di quest’ultima, dopo essersi ubriacato l’ha picchiata.

L’aggressione è avvenuta davanti al figlio che, intervenuto in difesa della madre, è stato a sua volta preso a calci e pugni. Il 41enne, poi, appagato dalla sfuriata, ha deciso di fumare una sigaretta in strada. Le vittime, approfittando della circostanza, lo hanno chiuso fuori, sbarrandosi in casa e chiedendo aiuto ai carabinieri, mentre l'aggressore tentava in tutti i modi di sfondare la porta d’ingresso.

Giunti sul posto i militari, dopo una colluttazione "condita" da frasi minacciose rivolte dall’uomo contro di loro, hanno bloccato l’indagato, che è stato accompagnato nel carcere di Catania. "Io non ho paura di nessuno 'sbirri' mi sono fatto sette anni di galera", continuava a gridare l’indagato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X