CARABINIERI

Nascondeva reperti archeologici e armi antiche in casa, arrestato pregiudicato di Aci Catena

Nove reperti archeologici sono stati sequestrati dai carabinieri, insieme con una sciabola del XVIII-XIX sec. e una baionetta del Regio esercito, nell’abitazione di Aci Catena di un pregiudicato, che è stato denunciato per detenzione illecita di
beni culturali. Il sequestro, durante una indagine coordinata dalla Procura etnea, è avvenuto il mese scorso ma è stato reso noto solamente stamane.

Oltre alle armi sono stati trovati un’anfora da vino del IV sec. d. C., una bottiglia di vetro risalente al III - VI secolo d.c., il collo di anfora da trasporto di età greco-romana (I sec. a. C.), due lucerne della fine del III sec. a. C., due statuette femminili con 'polos' del VI sec. a. C., una statuetta seduta in trono del V sec. a. C., un busto di figura femminile con «polos» del VI sec. a. C.

I reperti sonio stati analizzati dalla Soprintendenza per i Beni Culturali ed Ambientali, che ne ha stabilito l’autenticità e l'interesse storico, archeologico ed etnoantropologico.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X