20 MILA EURO DI SANZIONE

Sala scommesse abusiva nel quartiere San Cristoforo a Catania, scatta il sequestro

È stata scoperta una sala scommesse abusiva nel quartiere San Cristoforo di Catania. I finanzieri hanno sottoposto a sequestro un locale dove c'era una raccolta di scommesse attraverso computer che consentivano l’accesso on line a siti gestiti da bookmaker stranieri senza concessione statale.

La guardia di finanza ha sequestrato i computer, i monitor e gli hardware usati per prendere le scommesse. Nel locale sono stati trovati due totem illegali che consentono illegalmente il poker e black jack. Gli apparecchi consentivano la riscossione in denaro delle relative vincite, su piattaforme di gioco prive di concessione o autorizzazione rilasciata dall’agenzia delle dogane e dei monopoli.

La strumentazione è stata sequestrata e il gestore della sala è stato segnalato alla citata autorità finanziaria per l’applicazione di una sanzione da 20 mila euro.

I finanzieri hanno anche accertato che il gestore non disponeva della prevista licenza dell’autorità di pubblica sicurezza che consente l’esercizio dell’attività di raccolta di scommesse. Questo ha permesso alle fiamme gialle di sequestrare locali dell’intera sala scommesse e denunciare il gestore all’autorità giudiziaria etnea per il reato di esercizio abusivo e organizzazione di pubbliche scommesse sportive che prevede la pena della reclusione da 6 mesi a 3 anni. Dall’inizio dell’anno sono sequestrati quattordici centri scommesse del tutto abusivi a Catania.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X