CARABINIERI

Truffano le persone a Biancavilla dopo il terremoto, arrestate due donne per truffa

Sfruttano la paura della gente dopo la scossa di terremoto di Biancavilla e raccolgono denaro in favore di una inesistente associazione di volontariato. Così i carabinieri  hanno denunciato all’autorità giudiziaria due donne rumene di 34 e 35 anni residenti a Lentini accusate di truffa aggravata in concorso. Le due donne hanno raccolto in una sera 200 euro, grazie a del materiale pubblicitario con il quale hanno convinto la gente ad effettuare donazioni. La somma è stata sequestrata dai carabinieri.

Sabato sera all’interno dello stadio Orazio Raiti di Biancavilla si erano riunite migliaia di persone in occasione della celebrazione religiosa, dopo la scossa di terremoto di magnitudo 4.6 della notte precedente.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri le due donne si sarebbero finte sordomute e avrebbero mostrato falsi cartellini. Le due hanno approfittato della folla gremita di fedeli impauriti, che si era riunita per pregare e avrebbero chiesto offerte in favore di un'associazione umanitaria. Le due donne avrebbero chiesto denaro in favore di persone portatrici di handicap e per bambini poveri. Per convincere la gente a dare una piccola offerta le due avrebbero mostrato una carta intestata riportante le finalità dell’Ente e persino i nomi, cognomi e le cifre già versate.

I carabinieri di Biancavilla hanno notato le due donne, le hanno immediatamente bloccate e accompagnate in  caserma, dove sono state identificate e smascherate.

L’intero provento dell’attività illecita, pari a 200 euro, nonché il “materiale pubblicitario” sono stati opportunamente posti sotto sequestro.

 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X