I live di X Factor, buona la prima: fuori Matteo, ovazione per il catanese Emanuele

X Factor 'on air'. Con il primo live del talent show è iniziata la corsa verso la finale per i 12 concorrenti, che inaugurano in una performance corale sulle notte di 'Locked Out of Hevean' di Bruno Mars lo show sul palco della X Factor Arena, firmato per questa 12ma edizione dal nuovo direttore artistico Simone Ferrari.

Il veterano Alessandro Cattelan non perde l’occasione di salutare e ringraziare «per il grande lavoro fatto» Asia Argento, 'convitato di pietrà che ha lasciato la poltrona da giudice a Lodo Guenzi.

«Sono abbastanza emozionato ma quando si è sul ciglio di un burrone, buttati» ha detto il frontman de Lo Stato Sociale e capo della categoria Gruppi dando il via alla
gara.

A sciogliere il ghiaccio sono stati i Seveso Casino Palace con 'Giovane fuoriclasse' di Capo Plaza, un pezzo un po' troppo 'comfort zone' secondo Fedez che aveva già visto il gruppo sulla cover di 'Saremo ricchi': «Siccome avevate fatto trap con Sfera Ebbasta avrei evitato di ripetere questa esibizione, ma mi è piaciuta».

Leo Gassman canta una 'Broken Strings' di James Morrison e Nelly Furtado, che gli «sta addosso a pennello», ha detto la regina degli Under Uomini Mara Maionchi, ma «deve sciogliersi un po'» e godersi l’esibizione, secondo Fedez.

Anche per il leader degli Afterhours «hai grandi doti ma sei troppo teatrale e impostato». Alla giovane Luna il capitano delle Under Donne Manuel Agnelli - che stupisce con una serie di scelte pop e di elettronica per la sua squadra - assegna 'E.T.' di Katy Perry e Kanye West: un pezzo carico e tutto da ballare in cui però, colpa forse l’emozione del debutto, «eri meno aggressiva di come ti avevo sentita ai provini», ha detto Mara Maionchi e anche Fedez non ha ritrovato «la ragazza con una grinta incredibile» vista alle selezioni. Soddisfatti invece della performance di Renza Castelli, con 'Raggamuffin' di Selah Sue. Il rock torna sul palco con i Red Bricks Foundation in 'New rules' di Dua Lipa che lasciano diversi dubbi nei giudici e
anche nel pubblico (a fine prima manche sono al ballottaggio) mentre a convincere tutti all’unisono è il rapper Anastasio, che riscrive 'C'è tempo' di Ivano Fossati.

«Era un mistero, mi disturbava» ha detto Mara Maionchi presentandolo, "ora ti amo quasi».

Per Fedez è «capace di fare emozionare» e per Agnelli «coraggioso per cambiare un testo di Fossati»; «una magia» secondo Lodo. Dopo il ritorno a casa degli applauditissimi Maneskin - guest star della serata come Rita Ora - che hanno cantato il nuovo singolo, è ripresa la seconda manche: la cantante lirica Noemi con 'Love on top' di Beyoncè, la delicatezza della sedicenne Martina Attili in 'Castel in the snow' dei Kadebostany e «la voce da uomo in una faccia da bambino» del catanese Emanuele Bertelli, in 'Impossible' di James Arthur, ricevono i più grandi applausi del pubblico e i consensi dei giudici.

La carica emozionale di Sherol, invece, con 'Can't feel my face' di The Weeknd, «è
disinnescata» per Fedez e anche per Maionchi. E’ il gruppo iraniano 'Bowland’che cambia l’atmosfera dell’X Factor Arena: ri-arrangiano il grande classico 'Sweet dreams' e piacciono ai giudici. Fedez li mette in guardia: «La vostra sfida sta nel non dovervi mai ripetere, perché altrimenti il rischio è di annoiare». Al ballottaggio della seconda manche, in sfida con i Red Bricks Foundation, va Matteo Costanzo. A lui il veterano dei giudici che guida gli Over, Fedez, aveva assegnato un mash up di Kanye West «interamente prodotto e scritto da lui» che però non è piaciuto ai colleghi di tavolo.

E forse non ha convinto nemmeno il pubblico: Matteo Costanzo è il primo eliminato dei live di X Factor.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X