L'OPERAZIONE

Sequestrate 7 tonnellate di agrumi nel Catanese, Coldiretti: "I controlli tutelano i produttori"

C'è soddisfazione da parte di Coldiretti Sicilia per il sequestro di 7 tonnellate di agrumi nel Catanese, avvenuto nei giorni scorsi in diverse operazioni delle forze dell'ordine e che ha permesso di arrestate una persna in flagranza di furto di agrumi.

Tre tonnellate sono state sequestrate a venditori ambulanti abusivi dalla polizia, oltre quattro nel Maas di Catania a tre operatori durante un accesso di Guardia di finanza, Corpo forestale e Polizia Municipale.

Coldiretti Sicilia da tempo denuncia lo stato di crisi degli agrumicoltori determinato dalle importazioni dall'estero di arance, limoni, clementine e dai furti che intaccano uno dei tesori agroalimentari italiani.

"Il maxi sequestro da parte delle autorità  di prodotti arrivati a Catania senza matrice di provenienza e sequestrati al Maas del capoluogo etneo è l'ennesima conferma che occorre intervenire presto e bene sui controlli anche dell'etichettatura per sciogliere ogni dubbio al consumatore e riconoscere al produttore siciliano il giusto prezzo e la dignità del suo lavoro". Lo ha detto il presidente della Coldiretti di Catania, Andrea Passanisi.

"Il paradosso - ha detto - é  che a livello nazionale stiamo assistendo alla scomparsa di un patrimonio se si pensa che una pianta di arance su tre (31%) è stata tagliata negli ultimi quindici anni, ma si sono anche verificati il dimezzamento dei limoni (-50%) e una riduzione del 18% delle piante di clementine e mandarini".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X